Sei cattivo e non lo sai?

Comunicare per essere 25 Lug 2018 Psicologia
In questa puntata voglio condividere con te una riflessione sui rapporti umani, e su quanto, a volte, siamo inconsapevoli degli effetti che produciamo sugli altri. Devo dirti, e mi spiace, che sicuramente sei cattivo anche tu, anche se non lo sai o non vorresti esserlo. Basta poco per essere cattivi. Una frase tagliente, modi bruschi, gesti scortesi. Modi, toni, parole, che esprimono aggressività e stati d’animo di sofferenza interiore. Il problema è proprio questo: siamo cattivi perché non stiamo bene. E così produciamo ingiustificato ed inutile malessere negli altri, che, a loro volta, diventano “cattivi”. Per risolvere questo problema la buona comunicazione è tutto. Ti aiuta a capire cosa vuoi davvero comunicare, a farlo senza essere “cattivo”, a rendere la tua vita e quella degli altri migliore. Sul lavoro, ti permette di creare ambienti in cui le persone vogliono lavorare e rimanere. Nella coppia, un mondo bellissimo in cui ritemprarvi. In famiglia, ad evitare di creare futuri esseri umani "cattivi". Un mondo migliore dipende anche da te. In questa puntata ti spiego come capire quando sei cattivo e perché sei cattivo. Ascoltala, e poi dimmi, sinceramente, se qualche volta sei stato cattivo anche tu. “Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere” (E. Dickinson) Se ti piace questo podcast, scrivi una recensione e abbonati per non perdere i prossimi episodi. Grazie, fa sempre piacere ricevere un feedback ^_^ Extra, contatti e approfondimenti su: https://annarosapacini.com