Francesca Piovesan "In-visible"

Il posto delle parole
17 Mag 2018
Francesca Piovesan "In-Visible" Gaggenau DesignElementiHub - Milano Fino al 15 giugno 2018 presso il Gaggenau DesignElementiHub di Milano (corso Magenta 2) è allestita la mostra personale In-Visible di Francesca Piovesan, nell’ambito del ciclo di mostre On Reflection promosso da Gaggenau e Cramum. La mostra è curata da Sabino Maria Frassà, a cui è stata affidata la direzione artistica dell'intero progetto. Questo nuovo spazio di Milano, nato per catalizzare design, arte e cultura, accoglie 16 opere specchianti – site-specific e inedite – che affrontano il tema dell’accettazione di sé e della ricerca della vera bellezza in un mondo che, complice Photoshop e la chirurgia plastica, sempre di più privilegia il culto dell'immagine, del corpo perfetto e della giovinezza a tutti i costi. Francesca Piovesan si guarda allo specchio per conoscere se stessa e il mondo. Fondamentale è l'accettarsi per ciò che si è e convivere con i segni visibili del tempo che passa. Non è facile interiorizzarlo e le opere di Francesca Piovesan non concedono mai sconti, nemmeno nel ritrarre se stessa: non c'è Photoshop, non c'è trucco, ma solo il corpo per quello che è. Rielaborando e reinterpretando la tecnica dello specchio veneziano, l'artista riesce a sviluppare fotograficamente all'interno dello specchio l'immagine del proprio corpo. In questo modo, quando lo spettatore prova a riflettersi, fatica a riconoscersi, vedendo la propria immagine riflessa sovrapposta al corpo dell'artista imprigionato nello specchio. Tale processo per cui non ci si riconosce più nel riflesso allo specchio è portato all'estremo nell'ultimo ciclo di opere, Gli Invisibili, da cui il nome della mostra: in queste opere tutto – il corpo dell'artista, quello dello spettatore e l'ambiente circostante – sembra scomparire nella luce dorata riflessa dalle opere. La mostra è visitabile su appuntamento fino a venerdì 15 giugno, in orario 10.00-18.30. Per info 02 29015250. Francesca Piovesan è nata ad Aviano nel 1981; lavora tra Aviano e Venezia. Dopo essersi diplomata nel 2004 in Restauro di Dipinti Murali allo UIA di Venezia, si diploma 2014 in Arti Visive all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 2015 vince la 3° edizione del Premio Cramum e nel 2018 viene selezionata per la Biennale BIAS di Palermo. Dopo aver partecipato a collettive internazionali (in Albania, Argentina, Croazia, Montenegro e Ungheria) nel 2017 il Comune di Milano le dedica la prima mostra personale Noi al Museo Francesco Messina curata da Sabino Maria Frassà. Nota caratteristica della ricerca artistica di Francesca Piovesan è l'unire la sperimentazione alla tradizione, il reinterpretare in chiave moderna e tecnologica tecniche antiche, come ad esempio lo specchio veneziano o il rilevamento delle impronte digitali. IL POSTO DELLE PAROLE ascoltare fa pensare www.ilpostodelleparole.it

Potrebbero interessarti