Mario Rasetti "Premio Lagrange"

Il posto delle parole
14 Nov 2018
 
Mario Rasetti Presidente Fondazione ISI Istituto per l'Interscambio Scientifico di Torino "Premio Lagrange" Il vincitore dell'undicesima edizione del Premio Lagrange – Fondazione CRT, il premio istituito dalla Fondazione CRT – Cassa di Risparmio di Torino e coordinato dalla Fondazione ISI – Istituto per l'Interscambio Scientifico di Torino, è César Hidalgo, scienziato di origine cilena oggi professore al MIT di Boston. Giovedi 15 novembre alle 18 avrà luogo la cerimonia di consegna del premio nell’elegante cornice del Piccolo Teatro Regio di Torino. Nato nel 1979, laureato in fisica all'Universidad Catolica de Chile, con PhD a Notre Dame (Indiana, USA) e postdoc a Harvard, César Hidalgo è professore associato di Media, Arts and Sciences presso il Massachusetts Institute of Technology di Boston, dove dirige il gruppo di ricerca Collective Learning. Nel 2014 è stato co-autore di The Atlas of Economic Complexity: Mapping Paths to Prosperity, un volume che misura la situazione economica di 128 Paesi e la presenta attraverso un innovativo kit di mappe e visualizzazioni (una versione online è ospitata su atlas.media.mit.edu). Il suo ultimo libro L'evoluzione dell'ordine. La crescita dell'informazione dagli atomi alle economie (Bollati Boringhieri, 2016) è stato tradotto in oltre dieci lingue. A Hidalgo si devono alcune popolari piattaforme di “data visualization” (The Observatory of Economic Complexity, DataViva, Pantheon, Immersion, DataUSA, DataAfrica, DataChile), che hanno ricevuto oltre 100 milioni di contatti e numerosi riconoscimenti. Lo scienziato cileno è anche tra i fondatori di Datawheel LLC, società specializzata nella creazione di motori per la visualizzazione dei grandi dati che si propone l'obiettivo di «rendere l'informazione del mondo accessibile e comprensibile per il beneficio della collettività». Dal 2008, il Premio Lagrange – Fondazione CRT premia i ricercatori che si distinguono per l'eccellenza negli studi nella scienza dei sistemi complessi, un settore dinamico e interdisciplinare dove l'evoluzione della ricerca scientifica va di pari passo con l'innovazione tecnologica, con influenze sempre più pronunciate sulla società (economia, finanza, medicina e salute pubblica, comunicazione, non profit). Nelle undici edizioni del Premio, dal 2010 riservato a giovani ricercatori, la giuria coordinata dalla Fondazione ISI ha riconosciuto il lavoro di scienziati dall'origine molto eterogenea – sia dal punto di vista geografico sia per la disciplina scientifica di riferimento – via via compilando una mappa globale della più brillante scienza contemporanea della complessità. Nell'Albo d'Oro del Premio, il nome di César Hidalgo va ad aggiungersi a quelli di Yakov Grigorievich Sinai (matematico, Russia, 2008), William Brian Arthur (economista, UK, 2008), Giorgio Parisi (fisico, Italia, 2009), James J. Collins (bioingegnere, USA, 2010), Albert László Barabási (fisico, Ungheria/USA, 2011), Lada Adamic (studiosa di reti sociali, USA, 2012), Xavier Gabaix (economista, Francia, 2012), Duncan J. Watts (sociologo e studioso di reti sociali, Australia, 2013), Mark Newman (fisico, UK, 2014), Panos Ipeirotis (informatico, Grecia, 2015), Jure Leskovec (informatico, Slovenia, 2015), John Brownstein (epidemiologo, Canada, 2016) e Danielle S. Bassett (fisica e neuroscienziata, USA, 2017). www.isi.it
 @ISI_Fondazione 
#PremioLagrange18 IL POSTO DELLE PAROLE ascoltare fa pensare www.ilpostodelleparole.it

Potrebbero interessarti