Andrea Fazioli "Gli svizzeri muoiono felici"

Il posto delle parole
16 Dic 2018
 
Andrea Fazioli "Gli svizzeri muoiono felici" Guanda Editore www.guanda.it «Tra suspense e ironia la nuova conferma di un grande talento» (Marco Vichi) L’investigatore privato Elia Contini è chiamato a occuparsi di un delicatissimo caso di scomparsa. Nel 1998 Eugenio Torres, noto medico, amante del trekking, fondatore di scuole in Niger, all’improvviso sparisce dalla faccia della terra. Vent’anni dopo, alla morte della moglie, i figli assumono Contini per tentare di capire che cosa sia accaduto al padre. Secondo alcune voci, il medico era fuggito in mezzo ai suoi protetti nel Sahara nigerino. E proprio dalla vastità del deserto, un giorno arriva in Svizzera un giovane migrante. Moussa ag Ibrahim appartiene al popolo tuareg e dichiara di avere prove che Torres è vivo e che ha bisogno di aiuto. L’investigatore e l’uomo del deserto formano così una coppia improbabile, che indagando nel passato scoprirà, dietro la scomparsa di Torres, un segreto pericoloso. Sullo sfondo del microcosmo svizzero si confrontano due culture radicalmente opposte. Ma sono poi davvero opposte? O forse invece esiste qualcosa in comune tra le vette innevate delle Alpi e le eterne distese del Sahara? Acquista il libro online «Com’è possibile che un uomo finisca tanto lontano, in mezzo al vuoto, e che nessuno se ne accorga?» «Contini era un uomo lento: ragionava adagio, annotava decine di minuzie nel taccuino. Sapeva aspettare. Aveva il talento di lasciar parlare la gente, finché la gente, forse per esaurimento, gli diceva quello che voleva sapere.» «Il cielo non è mai dove uno se lo aspetta.» «Il mondo selvaggio era lì, a portata di mano. Accanto alla metropoli, alle vie di traffico da cui passava tutta l’Europa, c’erano quei picchi silenziosi, quelle rocce, quei ghiacciai. Una di quelle montagne custodiva il segreto.» https://youtu.be/SUBAPDcKWII ttps://youtu.be/ePIw2m2wrnE https://youtu.be/3Nv7tsQ8mMI Andrea Fazioli, nato nel 1978, vive a Bellinzona, nella Svizzera italiana. Guanda ha pubblicato L’uomo senza casa (2008, Premio Stresa di Narrativa, Premio Selezione Comisso), Come rapinare una banca svizzera (2009), La sparizione (2010, Premio Fenice Europa), Uno splendido inganno (2013), Il giudice e la rondine (2014) e L’arte del fallimento (2016, Premio Fenice Europa). I suoi libri sono tradotti in varie lingue. Gestisce il blog andreafazioli.ch/blog IL POSTO DELLE PAROLE ascoltare fa pensare www.ilpostodelleparole.it

Potrebbero interessarti