Milo Manara e Max Bunker ospiti di Collezionando 2019

Pagina Tre
23 Mar 2019
(voce di SopraPensiero) (voce di SopraPensiero)Fine settimana all’insegna del fumetto a Lucca con Collezionando 2019, la manifestazione di inizio primavera che precede di alcuni mesi Lucca Comics & Games e ne ricalca le orme, proponendo esposizioni e incontri con gli autori, oltre alla consueta mostra mercato. Tra gli ospiti ci sono Luciano Secchi – alias Max Bunker autore di numerose serie fumettistiche legate ai più svariati generi letterari e cinematografici, tra cui il fumetto umoristico di Alan Ford – e Milo Manara che festeggia mezzo secolo di carriera. Al fianco di Secchi l’autore zagoriano Moreno Burattini, che presenterà il libro da lui curato dedicato al percorso artistico dello scrittore e sceneggiatore: “Una vita da Numero Uno”, titolo che contiene un chiaro riferimento al capo storico del Gruppo TNT, il vecchio paralitico creatore e guida della gang di agenti segreti più sconclusionata della storia del fumetto italiano. Manara invece saluterà il pubblico con un brindisi di buon augurio a cui parteciperà anche l’autore bonelliano Alfredo Castelli. Tra le altre conferenze in programma la presentazione del libro scritto a quattro mani da Bruno Prosdocimi e Paola Biribanti dall’emblematico titolo “Prosdocimi. La vita è un gioco”, a cui farà da mediatore Luca Boschi. E poi le mostre, progettate per rivelare al pubblico lo stretto legame che unisce l’arte ai comics. Ne è un esempio l’esposizione “Futuro anteriore – Oil robots” del pittore Fabrizio Spadini, dedicata ai robot con un particolare interesse per gli anime degli anni settanta e ottanta. L’artista ha voluto riproporre i cosiddetti robottoni rappresentati con chiari riferimenti stilistici alla pittura toscana dei Macchiaioli, un’occasione per vedere Goldrake e i suoi compagni in una veste artistica capace di sollevare riflessioni. Il mondo degli uomini di metallo sarà il tema anche dell’esposizione “Attenti a quei….Robot”, contraddistinta dall’illustrazione che Michele Rubini ha realizzato per il catalogo. Saranno di scena robot tratti dal cinema, dalle figurine, dai giochi di ruolo e dai video games, comprese le macchine che appaiono in alcune serie fumettistiche come le saghe di Zagor, Martin Mystere, Dylan Dog e Diabolik. Sono invece opera di Massimo Rotundo gli originali dell’esposizione “Le dive del cinema” dedicata ad alcune attrici che hanno fatto la storia del grande schermo, interpretate dal disegnatore romano in varie scene tratte dalle pellicole che hanno dato loro la notorietà. Per gli appassionati di musica leggera, invece, nel programma si propone la mostra sul rapporto tra disegnatori e vinile, con le custodie dei vecchi LP che venivano impreziosite con le illustrazioni, infine per la fanzine Cronaca di Topolinia, che a Collezionando 2019 festeggia il suo trentesimo compleanno,  è in esposizione la raccolta delle copertine. Sono solo alcuni tra i vari appuntamenti, ma sufficienti per lasciar intendere cosa possono aspettarsi gli amanti delle nuvole parlanti interessati a partecipare alla manifestazione. Un’ultima considerazione riguarda l’illustrazione del manifesto, opera di Francesco Natali e Antonio Tregnaghi – in arte Gnago– con Topo Unto alla guida di un robot. Un’immagine simpatica e invitante, per dimostrare come Collezionando sia stata concepita per avvicinare appassionati a tutti i livelli, dagli instancabili collezionisti alle famiglia mosse solo dalla curiosità. Un momento di ritrovo e divertimento adatto a chiunque.

Potrebbero interessarti