RSI - Gange, i mille nomi dell'anima

Il grande fiume sacro, anima dell’induismo, si declina nei miti al femminile, come fiume celeste, cosmico, che ai tempi scorreva dove sciama la via Lattea. Come racconta il grande indologo e esperto di sanscrito Giuliano Boccali in una delle sue numerose pubblicazioni, fu il re Bagirath, praticando un’ascesi estrema (in piedi su una gamba per diversi secoli) a ottenere la discesa sulla terra della Dea Ganga per purificare le ceneri di sessantamila figli del suo antenato Sagar (oceano) carbonizzati dallo sguardo iroso di un ‘altro asceta. La Ganga, maestosa, scende dalla volta celeste, ma per evitare che il suo impeto distrugga la terra, la sua caduta verrà frenata dalla folta chioma di Shiva, la grande divinità, totalmente paradossale, la più celebrata, quella che racchiude nei suoi contrasti molti dei misteri della cultura e dell’immaginario indiani: legata alla distruzione e alla morte, ma anche alla danza, alla sessualità (i suoi templi sono costituiti dai linga, statue falliche) e all’ascesi (i Sadhu, i rinuncianti, si richiamo proprio a lui). Le rive del Gange sono disseminate, nei suoi 2500 chilometri di lunghezza, di innumerevoli misteri e di tante città sacre hindu. Ma in realtà, tutte le acque che scorrono in India portano la loro parte di sacralità, poiché considerate rivoli della Ganga celeste. Noi vi porteremo dal ghiacciaio di Gangotri agli ashram di Rishikesh, a Haridwar, per la grande festa delle sacre Luci, attraverso l'immensa pianura gangetica e le sante città di Benares (oggi Varanasi) e Allahabad, dove in occasione del Kumba Mela si riunisce la più grande adunanza di fedeli del pianeta. E poi il Bihar, terra di banditi e culla del buddismo, e il Bengala delle tigri mangiatrici di uomini, a Calcutta, la sterminata seconda capitale e grande centro culturale della più grande democrazia del mondo, fino a Sagar Ganga, l'isola sul Gofo del Bengala che è al tempo stesso capolinea e inizio, perché fu proprio lì che, racconta il mito, re Baghirat chiese a Ganga di scendere dal cielo sulle pendici dell'Himalaya a Gangotri. Il viaggio estivo di Rete Due, dopo aver proposto negli scorsi anni Il Po, il Ticino, il Danubio e il Mississippi, ci porterà questa volta a scoprire e a cercare di capire alcuni aspetti di un mondo straordinariamente criptico quanto affascinante. Miti e riti sembrano molto distanti dalla cultura occidentale, eppure nelle sue manifestazioni più note, come lo Yoga, il mondo spirituale hindu esercita una grande forza di attrazione. Come se dietro alle centinaia di migliaia di divinità, a una filosofia che si basa su testi a noi quasi sconosciuti come i Veda o che ci appaiono singolari come il Mahabharata o il Ramayana, alle pratiche che ci sembrano arcaiche (il rigido sistema le caste) enigmatiche (il superamento dei cicli delle rinascite, Samsara, per giungere alla liberazione dalla sofferenza, Moksha che i buddisti conoscono come Nirvana) si celasse un paesaggio mitologico e umano non necessariamente antagonista di quello da noi ereditato dal mondo greco-romano o appartenete alla cultura giudaico cristiana.

Ultima storia: 

31 Ago 2013
Storia
Sundarbands il mondo nuovo: il Gange nel delta del mondo (3./3)
India
Sundarbands il mondo nuovo: il Gange nel delta del mondo (2./3)
India
Sundarbands il mondo nuovo: il Gange nel delta del mondo (1./3)
India
Kolkata: le donne, gli slum e la nuova India (3./3)
India
Kolkata: le donne, gli slum e la nuova India (2./3)
India
Kolkata: le donne, gli slum e la nuova India (1./3)
India
Bihar, da Ashoka ai briganti. La madre dei fiumi nella terra dell'Illuminato (3./3)
India
Bihar, da Ashoka ai briganti. La madre dei fiumi nella terra dell'Illuminato (2./3)
India
Bihar, da Ashoka ai briganti. La madre dei fiumi nella terra dell'Illuminato (1./3)
India
Benares-Varanasi, il Gange nel centro del mondo Indù (3./3)
India
Benares-Varanasi, il Gange nel centro del mondo Indù (2./3)
India
Benares-Varanasi, il Gange nel centro del mondo Indù (1./3)
India
Allahabad, terra del Khumb Mela e della dinastia Gandhi (3./3)
India
Allahabad, terra del Khumb Mela e della dinastia Gandhi (2./3)
India
Allahabad, terra del Khumb Mela e della dinastia Gandhi (1./3)
India
Lucknow e Kanpur, quando l'India corre al ritmo del Gange (3./3)
India
Lucknow e Kanpur, quando l'India corre al ritmo del Gange (2./3)
India
Lucknow e Kanpur, quando l'India corre al ritmo del Gange (1./3)
India
Hairdwar e la confraternita della sacra sponda (3./3)
India
Hairdwar e la confraternita della sacra sponda (2./3)
India